N.5 November 2012

Questo volume, interamente dedicato al tema della tradizione, è il frutto di una lunga ricerca a livello internazionale. Sorprende che all’intero del panorama filosofico scarseggino gli studi su questo problema, che, pr quanto sfuggente, rappresenta una delle basi dell’elaborazione di un pensiero filosofico. Il volume è sostituito da due parti principali: saggi e note. Gli autori della prima sezione sono Enrico Berti, Francesco Botturi, Rémi Brague, Timothy Chappell, Francesco D’Agostino, Alessandro Ghisalberti, Amma Marmodoro, Francesco Orilia, Roberta Sala, Lucia Stramaccioni. Le ricerche qui presentate costituiscono un’introduzione al tema della tradizione, analizzato da prospettive diverse, dall’etica alla politica o ancora alla logica, alla luce del concetto di ‘innovazione’. Gli autori dei saggi si interrogano sul senso della parola ‘tradizione’, chiedendosi quale sia oggi il suo significato e per quale motivo essa debba venire salvata o, in alternativa, quali siano le ragioni che portano a trascurarla, dimenticarla o ancora rifiutarla. Nella seconda sezione, quella delle note, troviamo invece i contributi di Giovanni Botta, Marco Damonte, Hasse Hämäläinen, Aleksandar Kandić Gennaro Luise, Paolo Monti, Cecilia Ricci, Elena Tatievskaja, Maria Silvia Vaccarezza, Massimo Vittorio. Chiude il volume una preziosa e completa rassegna bibliografica a cura di Luca Di Donato sul tema in oggetto.

 

 

INDEX

Editoriale, di Elisa Grimi

Intervista a Giovanni Reale, a cura di Vincenzo Cicero.

 

Saggi

Enrico Berti, Un esempio di tradizione. La tradizione aristotelica.

Francesco Botturi, Tradizione. Verità e generazione.

Rémi Brague, Ne pas trahir (:) la tradition.

Timothy Chappell, The goods and the persons they are goods for.